Accattone! (S. Ferrini)

1875 – ? Autore di poesie dialettali a carattere sociale, anarchico rifugiatosi in Francia. Collaborò a «Rugantino» e a «Conte Tacchia». Nel 1909 pubblicò un libro di versi intitolato Fantasticando, Londra, Publishing Company (Veo, Poeti romaneschi, op. cit.).

Ho visto stammattina giù ar cantone

un regazzino misero e stracciato,

che domannava come un accattone:

  • fate la carità, nun ho magnato!

 

Co’ la manina tesa, li su’ occhioni                                    5

se fissorno co’ tristezza ’nde li mia:

chi sei, je domannai, nun ciai famia?

ma, lui, rispose co’ du lagrimoni!…

 

  • Nun ciò gnisuno, disse poi, mi madre,

nun la potei conosce pòra donna!                                    10

ma ne parlava sempre assai m   padre,

dicenno ch’era come la madonna.

 

E lui… Rivedo la stanzaccia scura

indove lo portonno ammanettato…

che giornataccia! Quanto e fu dura                                    15

de lasciamme pe’ strada e abbandonato!

 

Un giorno che affamato come un lupo

je chiesi er pane, er pòro padre mio

m’accarezzò e poi disse cupo cupo:

gnisuno pensa a noi, nemmanco dio?!                        20

 

Uscì da casa e venne sera

portanno er pane… S’era fatto smorto,

come ’no straccio bianco! Ah fussi morto!

er giorno appresso stava già in galera…

 

Er pòro regazzino scoppio’ in pianto:                        25

se mozzicava le su’ du’ manine:

  • Nun meritava fa ’sta brutta fine,

papà era bôno, disse, bôno tanto!

 

Me j’accostai, je feci ’na carezza!

coraggio! dissi ar povero maschietto:                        30

poi me lo strinzi forte forte ar petto

in un abbraccio pieno d’amarezza!

Accattone!: sta in III, 267 – 3 Dicembre 1904. Otto quartine di endecasillabi a rima ABAB CDDC EFEF GHGH ILIL MNNM OPPO QRRQ. Vs. 4 il discorso diretto comincia con la minuscola, come in altri punti del componimento; al contrario in altri punti ancora il discorso inizia con la maiuscola. Probabilmente di tratta di incertezze del poeta. Vs. 6 risulta ipermetro. Vs. 9 mi invece di mi’ probabile refuso. Vs. 11 m refuso per mi’. Vs. 15 dopo Quanto c’è uno spazio doppio e poi la e. Posso ipotizzare un refuso per je pronome rafforzativo, che renderebbe il verso della giusta misura. Il refuso forse è dovuto per analogia con la e congiunzione del vs. successivo. Vs. 20 dio minuscolo, probabile refuso. Vs. 21 ipometro.

 

Annunci